wireless4innovation corrierecomunicazioni
accedi
ict4 Executive 4 Trade 4 HR 4 PMI 4 Professional 4 Cloud 4 Procurement Security Data Center
ICT4Executive
Approfondimenti Interviste Business Case Who's who News dots White Paper dots Eventi dots Video

PA e imprese, in dirittura di arrivo il decreto sulla fatturazione elettronica

Battute finali per il tanto agognato decreto ministeriale attuativo. Manca solo la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale per dire addio alle fatture cartacee. Ma i tempi di adozione non saranno brevi

06 Maggio 2013

Manca solo la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale per rendere pienamente operativo il tanto sospirato decreto ministeriale attuativo per dare il via libera alla fatturazione elettronica nei confronti della Pubblica amministrazione.

Ci sono voluti anni (il tutto è partito nel 2007), ma entro 12 mesi dall’entrata in vigore del decreto, ministeri, agenzie fiscali, enti nazionali di previdenza e assistenza sociale non potranno più accettare fatture emesse o trasmesse in forma catacea e procedere al pagamento, anche parziale, fino a che non sia stato inviato il documento elettronico.

Dopo 24 mesi scatterà analogo obbligo per tutte le altre amministrazioni incluse nell’elenco Istat con l’eccezione di quelle locali per le quali bisognerà aspettare il varo di un altro decreto ministeriale.

Nulla di immediato, dunque. Le procedure sono sempre un po’ lente, ma il grande passo è stato fatto e in pratica riguarda tutti i soggetti pubblici anche autonomi inseriti nel conto economico consolidato dello Stato che fanno parte dell’elenco dell’Istat al 30 settembre di ogni anno.

In questo modo i fornitori avranno l’obbligo di emettere, trasmettere e conservare elettronicamente le fatture destinate alla Pubblica amministrazione. La trasmissione dei documenti avverà tramite il Sistema di interscambio (SDI) gestito da Sogei per conto delll’Agenzia delle entrate.

Le piccole e medie imprese avranno la possibilità di accedere a un portale realizzato dal ministero dell’Economia per la generazione delle fatture secondo i formati richiesti dallo SDI e l’Agenzia per l’Italia digitale, in collaborazione con Unioncamere, si è assunta il compito di mettere a disposizione strumenti open source per la realizzazione delle fatture elettroniche.

Entro sei mesi il Sistema di interscambio sarà comunque a disposizione di tutte le amministrazioni che, anche senza oobbligo, intendano utilizzare la fatturazione elettronica.

Il varo dei decreti è stato ampiamente ricordato e sollecitato dall’Osservatorio Fatturazione Elettronica e la Dematerializzazione della School of Management del Politecnico di Milano, la cui ricerca aggiornata verrà presentata nel convegno "Digitalizzare per Competere" il 28 maggio a Milano.


TAG: fatturazione elettronica, dematerializzazione, digitalizzazione, PA


iscriviti alla newsletter

 

IT Guide